I pedali per chitarra

pubblicato in: Chitarra ed effetti | 1

Una pedaliera assemblata con effetti singoli presenta alcuni vantaggi interessanti. Innanzitutto, è versatile e modificabile, lasciando la possibilità di aggiungere o rimuovere i vari elementi, i quali sono tutti regolabili singolarmente. Inoltre, non è difficile da usare né da gestire (mi raccomando, massima attenzione ad alimentatori e cavi!). È vero che una pedaliera di questo tipo può essere ingombrante, ma il maggiore svantaggio è forse quello economico: mettere insieme gli effetti singoli fino a realizzare la nostra “piattaforma” di suono ideale può essere molto costoso, se si scelgono prodotti di qualità medio-alta. D’altronde, comprare prodotti scarsi per risparmiare non è certo la soluzione migliore quando si tratta di suono, perché sarà proprio quest’ultimo a rimetterci e, insieme a lui, la musica che si esegue e la performance in generale. Allora che cosa si può fare, se non si ha a disposizione un budget abbastanza elevato? Esistono sul mercato delle soluzioni più economiche, come processori, pre-amplificatori e multi-effetti pensati appositamente per la chitarra acustica.

  1. cristian
    | Rispondi

    La prima scelta importante da fare sarà analogico o digitale? La pedalboard naturalmente può tranquillamente essere formata da un misto tra i due sistemi, ma mentre alcuni effetti rispobdono meglio in versione analogica, primo fa tutti gli overdrive che sono comunque di per se un imitazione della saturazione di un ampli, altri effetti hanno visto proprio nel digitale la loro crescita. Esempio migliore lo possiamo trovare nel delay: infatti, anche se in molti continuano ad affermare che quello analogico ha un suono piu caldo, è fuori dubbio il fatto che dotare l’effetto di una memoria richiamabile, e di una serie di ripetizioni praticamente infinita (fino a sviluppare il sound on sound) è quanto di piu utile… molti chitarristi che fanno largo uso di questo effetto infatti dotano la pedaliera di un doppio delay, uno analogico e uno digitale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.